LA SAGRA DEL FINOCCHIO

44_volto_di_cristo   Non è tanto la rabbia a spingermi a commentare questa lettera, quanto la stupidità, gli stereotipi e la gratuità delle offese in essa contenuta. Quindi, ho deciso di analizzarla parola per parola e commentare in grassetto le affermazioni più gravi e grossolane:
"

    "Sua Eminenza, Le scrivo queste poche righe per sensibilizzarla ad una questione che a mio avviso ha una portata enorme rispetto a quella che dovrebbe essere la dignità umana ed il rispetto verso la religione, la comunità cristiana e i cittadini tutti.

Mi riferisco alla già famosa “festa del finocchio” (con iniziali volutamente minuscole), il cui solo nome dovrebbe far vergognare (vergognarsi della propria identità è purà follia) gli organizzatori, pederasti (spicologicamente, antropologicamente, socialmente e legalmente l'omosessualità è dettata dalla preferenza affettiva e sessuale e fa parte dell'identità della persona. La pederastia, ovvero pedofilia,  è una patologia, un disordine post-traumatico infantile spesso…), lesbiche, atei (da quando in qua essere atei è un peccato? E' solo una scelta personale e un vero cristiano, invece di fare proseliti, dovrebbe pregare affinchè l'amore di Dio raggiunga, anche chi non ha fede. Certo con affermazioni di questo genere si allontana un ateo ancora di più…) e tutto ciò che di più schifoso esiste al mondo, basta pensare che tanti di questi individui, sono gli stessi che scaldano le serate notturne dei pervertiti  che si svolgono in quel di Torre del Lago(Mi raccontano che Torre del Lago è un posto modaiolo, in cui si fanno sfilate in costume e la notte si balla. Un pervertito da cui la perversione, per definizione è un atteggiamento deviato che si realizza nell'ideazione e perseguimento di omportamenti distorti rispetto al senso comune. Solitamente perversione è utilizzato come sinonimo di devianza. A causa della differenza tra le varie culture del concetto di "normalità", questo termine può riferirsi a situazioni e comportamenti diversi a seconda della cultura di provenienza. In quel contesto la normalità è glbtq, quindi la pervesione non sussiste, poi questo consigliere come fa a sapere che tutti hanno lo stesso comportamento? Ha forse fatto uno screening o ha campionato il luogo?).
Ma ognuno è libero di fare quello che vuole, l’importante che rispetti la libertà   altrui e che abbia la sensibilità di non offendere la religione e soprattutto i Santi amati e pregati (si parla di libertà quando a suo dire impedirebbe una manifestazione pacifica e ironica, si parla di offenzioni, quando è l'autore di questa lettera ad aver offeso per primo…)da coloro che la professano, ma non solo, da tutti i credenti e forse anche da tanti non credenti (ma come prima li ha insultati, adesso li richiama in causa, forse è ora di far pace con il cervello!).
Con questa festa tutta la comunità Cristiana Apuana sarà offesa(Perchè lui conosce tutta la comunità cristiana Apuana, ammazza è un fenomeno!) nel proprio spirito e Piazza S. Francesco profanata da orde di maniaci, spavaldi contro natura che dovrebbero, invece, festeggiare da un’altra parte, lontano dalla città e dallo sguardo innocente dei bambini (basta con questa retorica di accatto sui bambini! Sono molto più svegli di quanto pensiamo: l'omosessualità si può spiegare, adeguando il linguaggio all'età. Poi una piazza comunale appartiene a tutti i cittadini, anche a quelli omosessuali.).
Per questo motivo, la invito a nome di tanti cittadini che la pensano come me, a farsi garante della nostra richiesta nei confronti del Sindaco affinché revochi l’autorizzazione agli organizzatori della festa in quella piazza, dedicata ad un Santo amato e venerato da tutti proprio per la Sua semplicità umana e religiosa(San Francesco ha insegnato a tutti l'amore di Dio, ha accolto ciechi, storpi, sani, malati, tutti. Non ha mai giudicato nessuno e ha permesso a tutti di seguire la sua strada e se fosse vivo in carne e ossa, sono convinto, che presenzierebbe anche l'evento!).
Non è pensabile che la festa sia stata dislocata in Piazza S. Francesco, solamente per una questione logistica e che il Sindaco non abbia pensato all’impatto che avrebbe la presenza di pederasti e lesbiche senza pudore in una Piazza che, anche se non consacrata, rappresenta l’essenza della cristianità ed è dedicata ad una Santo che per propria indole non ha nulla a che fare con gli spogliarelli delle drag queen (veramente le drag quen non si spogliano, sono artisti uomini,  in abiti femminili che si esibiscono in performance canore e teatrali) o con i temi della comunità gay, che se si sentono discriminati dalla società, significa che sono vittime di se stessi per il proprio modo di comportarsi : gente che si isola e che si ritrova nelle zone gay solo per fare sesso, casino e niente altro(Ancora con le offese. Forse questo consigliere non legge i giornali o gli è sfuggito che molti ragazzi/e sono stati uccisi perchè omosessuali e altri subiscono atti omofobici di violenza, ed altri ancora vengono regolarmente insultati. Questo tipo di dichiarazioni non fanno altro che incrementare atti di violenza.)
Mi auguro che questo appello venga accolto e che il Sindaco Zubbani comprenda la gravità della decisione di spostare la festa in Piazza S. Francesco. Credo comunque che abbiamo il diritto di manifestare di svolgere la festa,     ma sicuramente senza ostacolare la società e offendere la religione.

Massa, 3 Settembre 2010
Il Cittadino Stefano Benedettiomofobia
(Consigliere Comunale)

Mi auguro che tutti gli omosessuali credenti non diano peso a questa lettera insulsa: l'amore di Dio prescinde da ogni insulto, qualunquismo, violenza verbale. Sentitevi amati tutti da Dio. La perfezione umana, spirituale non esiste perchè l'uomo è perfettibile e limitato, come dimostrano le parole suddette. Sta a noi aspirare a livelli superiori di spiritualità.
Mi auguro che chi la pensa come quest'uomo non abbia mai un parente gay, ma più che altro mi preoccupo per il parente.
Un consigliere comunale viene pagato dal comune e dalle tasse che pagano anche gli omosessuali.
Una manifestazione pacifica non ha mai ostacolato la società, non mi risulta.

ed

Queste riflessioni sono  solo occasione per scambiare opinioni pacifiche nella sezione commenti del blog.
Inoltre vogliamo informarvi che il prossimo 22 settembre NUOVA PROPOSTA riaprirà le sue attività con una celebrazione. A presto tutte le indicazioni dell'evento.

Lo staff di NP

Scrivi un commento