Comunicato stampa: torna a Nuova Proposta la teologa Antonietta Potente! Una rara occasione per incontrarla‏

COMUNICATO STAMPA DI NUOVA PROPOSTA N.2 DEL 2014

 Sarà di nuovo a a Roma, ospite di Nuova Proposta, donne e uomini omosessuali e transessuali cristiani, la teologa cattolica Antonietta Potente 

 Roma, 15 gennaio 2014, ore 20.00, via Marianna Dionigi 59 
 Dopo l’incontro appassionante dello scorso anno, dedicato al “senza paura” ritorna ospite di un incontro organizzato da “Nuova Proposta, donne e uomini omosessuali e transessuali cristiani”, Antonietta Potente, religiosa cattolica la cui riflessione teologica la pone tra le teologhe più fertili e creative all’interno del panorama italiano e sudamericano. Autrice di moltissimi apprezzati libri, tra cui “Qualcuno continua a gridare. Per una mistica politica.
L’incontro avrà luogo mercoledì 15 gennaio, alle 20.00, in via Marianna Dionigi 59.
 
 
 Il programma di quest”anno di Nuova Proposta (www.nuovapropostaroma.it), “Eccoci! Diamo ragione della nostra speranza!”Il contributo di omosessuali e transessuali cristiani nella Chiesa e nella società, prende proprio spunto dalle riflessioni e dagli stimoli emersi con Antonietta Potente lo scorso anno quando, concludendo l’incontro, disse “…non perdiamo tempo ed energie nel cercare giustificazioni e nel proporre letture e interpretazioni dei testi sull’omossualità, ma piuttosto impegniamoci a mostrare quanto è liberante e sano per le persone poter esser ciò che sono.Non è il tempo di giustificare la bontà e la bellezza del nostro Amore. E’ il tempo di condividerlo!

Questa volta Antonietta ci regalerà una riflessione sul tema “Eccoci! Come la speranza ci chiama all’impegno!”

Antonietta Potente è una religiosa e teologa e fa parte della congregazione dell’Unione delle Suore Domenicane di San Tommaso d’Aquino.
Dal 1994 vive in Bolivia, dapprima a Santa Cruz de la Sierra, poi a Cochabamba. Sperimenta una nuova forma di vita comunitaria abitando insieme a dei campesinos di etnia Aymara.
La sua riflessione teologica la pone tra le teologhe più fertili e creative all’interno del panorama italiano e sudamericano. La sua opera si sviluppa a partire da un ripensamento della vita religiosa alle luce di una spiritualità ancorata al presente che unisce mistica e politica. Il suo pensiero, inoltre, si sviluppa verso un ripensamento del fare teologia a partire dalla riflessione ecologica e di genere.
E’ autrice  di numerosi libri, tra cui ricordiamo l’ultimo “Un bene fragile. Riflessioni sull’etica (Mondadori, Milano 2011) e “Qualcuno continua a gridare. Per una mistica politica” (La meridiana, Molfetta 2008).

Qui il link dell’evento Facebook 
 
Con preghiera di pubblicazione e diffusione.


Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *